Kimia S.p.A.

Sistemi SRG e SRP per il rinforzo e collegamento strutturale

KimisteelLe “Linee Guida per la riparazione e il rafforzamento di elementi strutturali, tamponature e partizioni” redatte dalla Protezione Civile costituiscono un supporto per il tecnico che debba affrontare il delicato problema del rafforzamento locale antisismico di elementi strutturali e non strutturali dopo il terremoto dell'Aquila del 6 aprile 2009. Data l’urgenza del problema, a seguito dell’emanazione delle OPCM 3779 e 3790, il Dipartimento della Protezione Civile ritenne di dover pubblicare il documento seppur in forma di bozza, fermo restando il principio secondo cui è il singolo progettista ad assumersi la piena responsabilità del progetto e dei dettagli costruttivi.

Le Linee Guida – successivamente aggiornate nel luglio 2010 e da cui sono tratti gli schemi grafici qui riportati – prevedono, tra i vari interventi:

  • il Rinforzo dei nodi di edifici in CLS con sistemi SRP, costituiti da tessuti in acciaio immersi in una matrice polimerica (al riguardo Kimia propone l'utilizzo della linea Kimisteel e la resina epossidica bicomponente Kimitech EP-TX).
  • Collegamenti tra pannelli murari di tamponamento e cornice strutturale (pilastri e travi, a spessore o emergenti), collegamento delle partizioni alle travi/solai con sistemi FRCM le cui connesioni sono affidate a tessuti in acciaio.

NodoCollegamento

 

 

 

 

 

 

Collegamento tra pannelli murari di tamponamento e cornice strutturale

Gli interventi di collegamento, in particolare, risultano di agevole realizzazione grazie all’uso della linea Kimisteel, come si evince anche dalle descrizioni delle lavorazioni (ispirate dalle "Linee Guida" ma modificate sulla base della nostra esperienza applicativa). Il collegamento tra pannelli murari di tamponamento e cornice strutturale (pilastri e travi, a spessore o emergenti), nonché il collegamento delle partizioni alle travi/solai, prevede le seguenti operazioni:

  • rimozione dell’intonaco esistente lungo le fasce perimetrali di ancoraggio di bordo in guisa da conformare una sezione di intaglio di lato 50 cm a cavallo tra la tamponatura e la trave; 
  • rimozione dell’intonaco esistente lungo le fasce di connessione d’angolo;
  • depolverizzazione delle superfici di intaglio e lavaggio con acqua a bassa pressione;
  • foratura del tompagno per l’intero spessore nella sezione d’incasso tra tamponatura e trave, con interasse non superiore a 150 cm;
  • occlusione temporanea del foro realizzato, con apposito segnalino removibile, per impedire alla malta di successiva applicazione di penetrarvi e consentirne l’individuazione;
  • applicazione del rinforzo FRCM (stesura di un primo strato di malta cementizia sulla intera superficie d’intaglio per uno spessore di circa 6 mm;
  • applicazione di rete in fibra di vetro alcali resistente apprettata ed applicazione di un secondo strato di malta. Nell’applicare la malta si avrà cura di lasciare a vista una superficie di rete di dimensioni 20×20 cm (tasca) centrata rispetto ciascuno dei fori realizzati precedentemente);
  • procedere al taglio a misura del fiocco-connettore, di lunghezza pari a 30 cm + spessore tompagno + 30 cm;
  • primerizzazione del foro per il fissaggio delle polveri con scavolino. Inserimento del fiocco e successivo fissaggio con malta Kimisteel LM additivata con resina epossidica Kimicover FIX (la matrice mista così realizzata garantisce adeguate prestazioni meccaniche e di durabilità, senza interferire in modo drastico con la traspirabilità del supporto e garantendo una migliore prestazione al fuoco rispetto all’uso di prodotti epossidici);
  • stuccatura con analoga matrice delle parti terminali sfioccate (previa apertura a raggera dei fili). A stucco ancora fresco spaglio di sabbia di quarzo fine asciutta per ottimizzare i successivi strati di finitura (intonaco, pittura, ecc).
Ti è piaciuto il contenuto dell'articolo? Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre novità.

Kimia S.p.A.

Via del Rame, 73
06134 - P.te Felcino
Perugia (PG) - Italia

Phone:
+39 075 591 80 71
Fax:
+39 075 591 33 78
Email: info@kimia.it