Kimia S.p.A.

Edilizia scolastica: intervenire sui solai [Podcast #03]

Edilizia scolastica, come intervenire sui solai

Nel terzo episodio di Ufficio Tecnico ci siamo occupati delle tecniche d'intervento il rinforzo dei solai e di sistemi antisfondellamento. Ascolta il podcast

L'episodio di oggi di Ufficio Tecnico – il podcast dedicato al recupero edilizio e alle tecniche di rinforzo strutturale – prende spunto dal recente Rapporto pubblicato da Cittadinanzattiva sullo stato dell'edilizia scolastica in Italia.

Il documento, dal quale emerge una situazione di vera e propria emergenza da Nord a Sud, ha dato l'occasione ai nostri conduttori di affrontare il tema della messa in sicurezza e del consolidamento dei solai, gli elementi che più di tutti, senza adeguata manutenzione, possono costituire un pericolo per l'incolumità di bambini e studenti.

Ascolta "Edilizia scolastica: come intervenire sui solai" su Spreaker.

In questo episodio...

1:20” Tra 2018 e il 2019 in Italia si è verificato un crollo ogni tre giorni di scuola. A rivelarlo è Cittadinanzattiva che recentemente ha pubblicato del XVII Rapporto dell'Osservatorio sulla sicurezza a scuola. Dal documento emerge che, in totale, nel periodo rilevato sono stati 70 gli episodi di crolli e di distacchi di intonaci negli edifici scolastici del nostro Paese.

3:14” Nella maggior parte dei casi i problemi maggiori si hanno con i solai che hanno la funzione di sopportare i carichi verticali e a ridistribuirli alle strutture portanti quindi sia sulle strutture a telaio in cemento armato, sia, negli edifici in muratura, sulle murature portanti.

6:27” Sia i solai in laterocemento gettati in opera o con elementi prefabbricati che i solai costituiti da travi o putrelle metalliche e laterizio vanno incontro negli anni a fenomeni di degrado.

6:50” I solai in laterizio sono costituiti da pignatte forate quindi molto leggere. Nel tempo tale leggerezza finisce però per accelerare il processo di degrado. All'intradosso il laterizio tende così a perdere, progressivamente, le proprie caratteristiche di resistenza e a provocare il fenomeno dello sfondellamento.

7:24” Per sfondellamento dei solai si intende il distacco e la caduta delle parti in laterizio, soprattutto di quelle nella parte intradossale. Il distacco provoca a sua volta il crollo degli intonaci sottostanti e quindi la caduta di materiale negli ambienti sottostanti.

7:53” Gli interventi sui solai a livello progettuale possono essere di vario tipo. Si può intervenire sugli elementi strutturali del solaio come i travetti e le solette. In alternativa si può intervenire all'intradosso con un intervento antisfondellamento di tipo non strutturale.

8:18” Si effettuerà quindi un'analisi dei carichi per determinare le sollecitazioni per poi intervenire con sistemi compositi FRP o FRCM all'intradosso del travetto visto che flettendosi viene sollecitato a trazione. Se invece non si può intervenire intradossalmente si possono fare dei ringrossi della sezione resistente con una soletta collaborante estradossale.

10:30” Tra gli interventi non strutturali c'è la possibilità di realizzare un rinforzo intradossale antisfondellamento del solaio usando reti in fibra di vetro connesse agli elementi strutturali attraverso dei connettori e una malta cementizia elastica in basso spessore che possa aumentare l'adesione della stessa al solaio e seguire in maniera migliore le possibili deformazioni.

12:45” Il sistema antisfondellamento dei solai con rete applicata in basso spessore permette di contenere la caduta degli elementi in laterizio senza modificare le quote al contrario, per esempio, del sistema di messa in sicurezza a secco come quello dei controsoffitti strutturali.

13:14” Da tenere in considerazione nella scelta del sistema la possibilità o meno di poter ispezionare nel tempo eventuali cadute di laterizio e tenere sotto controllo il progressivo degrado degli elementi strutturali.

14:37” Tutti gli interventi strutturali e non strutturali citati possono essere nascosti con facilità.

Fonte citata: XVII Rapporto di Cittadinanzattiva

Ufficio Tecnico: spazio alle vostre domande

Per commentare l'episodio e porre domande ai nostri conduttori usate i canali social di Kimia oppure scriveteci a podcast@kimia.it o inviateci un messaggio o un audio WhatsApp al numero 349.108.99.22.

Ascolta Ufficio Tecnico su Spreaker
Ascolta Ufficio Tecnico su Spotify
Ascolta Ufficio Tecnico su Apple Podcasts

Assistenza e supporto alla progettazione

Hai un progetto di recupero e vorresti ricevere assistenza tecnica? Scopri il Supporto alla Progettazione Kimia.

Ing. Stefano Agnetti, Responsabile Ufficio Tecnico Kimia

Ingegnere civile laureato a Perugia nel 2010 e PhD in ingegneria civile e materiali innovativi. In Kimia mi occupo di restauro e recupero edilizio. Mi piace viaggiare, sperimentare in cucina e sono un amante degli animali. Questo è il mio profilo Linkedin

Ing. Andrea Costantini, Supporto Tecnico alla Progettazione

Ingegnere Civile Strutturista con laurea ottenuta a Perugia e con esperienze di studio e ricerca presso la Universidad Politécnica de Valencia. Amo la Spagna, le lingue e viaggiare all'estero. In Kimia mi occupo di Supporto Tecnico alla Progettazione e sono a disposizione dei progettisti per dimensionamenti, verifiche e calcoli strutturali pre e post intervento. Il mio profilo Linkedin

Ti è piaciuto il contenuto dell'articolo? Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre novità.

Kimia S.p.A.

Via del Rame, 73
06134 - P.te Felcino
Perugia (PG) - Italia

Phone:
+39 075 591 80 71
Fax:
+39 075 591 33 78
Email: info@kimia.it