Kimia S.p.A.

Teatro Sociale di Camogli: pavimenti in "Terrazzo alla Veneziana"


Cantiere Intervento di restauro del Teatro Sociale di Camogli
Anno 2016
Località Camogli
Zona Genova
Europa
Italia
Liguria

Committente Fondazione Teatro di Camogli
Progettista Studio di Ingegneria Berlucchi
Direzione dei lavori Studio di Ingegneria Berlucchi
Impresa edile Danilo Ballaustra Sas
Categorie di intervento Pavimentazioni e rivestimenti in resina

Le migliori soluzioni Kimia al servizio dell'antica arte del "Terrazzo alla Veneziana", tecnica impiegata per il restauro della pavimentazione dell'ottocentescoTeatro Sociale di Camogli, in provincia di Genova. 

L'intervento, che rientra nel progetto di restauro dell'edificio realizzato dallo Studio Berlucchi di Brescia, è stato affidato dal contractor Sacaim SpA all'impresa padovana Danilo Ballustra Sas. Quest'ultima ha realizzato la nuova pavimentazione del teatro nella zona di accesso ai palchi e ai servizi, oltre che nelle sale nobili del primo piano e in altre aree dello stabile. Per farlo sono state superate alcune problematiche di partenza. Vediamo quali.

Problematiche iniziali e soluzioni

La tecnica del "Terrazzo alla Veneziana" con sistema tradizionale, prevede la realizzazione di un massetto su cui poi viene gettato sopra un impasto di calce e cemento dello spessore di 2-3 centimentri. Infine sulla "coperta" predisposta sul sottofondo, viene effettuata la semina delle pietre ricavate dalla macina di marmi di vari colori.

Nel caso del Teatro Sociale il primo problema riscontrato dall'impresa esecutrice è derivato dalla mancanza degli spessori adatti dato che, per necessità di consolidamento dei solai, l’altezza utile era molto bassa. 

Per ovviare alla mancanza degli spessori adeguati, la direzione lavori si è orientata quindi sulla soluzione tecnica "DB Teck" proposta dall'impresa Danilo Ballaustra Sas, ossia una pavimentazione composta da un legante epossi-cementizio. Ciò ha permesso di ottenere uno spessore di 1,2 cm al termine della fase di levigatura.

Il secondo problema ha riguardato l’aggrappo del "Terrazzo" al solaio esistente poiché, per contenere lo spessore del pavimento, quest'ultimo è stato realizzato senza massetto direttamente sopra il solaio.

Dopo aver eseguito un'accurata pulizia e carteggiatura del solaio si è scelto quindi di usare come promotore di adesione la resina Kimcover FIX MV. Poi, in seguito all'asciugatura della resina, è stato realizzato un piccolo massetto, utilizzando il rivestimento protettivo epossicementizio Kimitech ECF in combinazione con una rete di armatura per la distribuzione del carico e il ritiro del getto del "Terrazzo".

Stesura di Kimicover FIX MV e massetto con Kimitech ECF

La realizzazione del pavimento in "Terrazzo alla Veneziana"

ll giorno successivo l'impresa ha proceduto al getto del "Terrazzo alla Veneziana" utilizzando inerti di marmo e una miscela composta dalla resina Kimitech EC in combinazione con lo speciale legante cementizio Betonfix TV per formare un impasto dotato dell'adeguata fluidità.

L’asciugatura della pavimentazione ottenuta con il sistema "DB Teck" è molto breve (a differenza dei "Terrazzo" tradizionale che è di 28 giorni) perciò, già dopo un paio di giorni di riposo, è stata effettuata una prima levigatura della superficie con mole grosse, la stuccatura per la chiusura delle porosità e la lucidatura finale.

Il risultato finale, un pavimento di particolare pregio ottenuto in una situazione applicativa che secondo i sistemi tradizionali non si sarebbe potuta realizzare, è stato particolarmente apprezzato sia dal committente che dalla direzione lavori. I dettagli possiamo vederli nelle foto qui sotto e nella galleria fotografica.

Pavimenti in "Terrazzo alla Veneziana" completati

Si ringraziano per la collaborazione l'impresa Danilo Ballaustra Sas e il nostro Area Manager per il Triveneto, Enrico Bevilacqua.

Galleria fotografica: 


Ti è piaciuto il contenuto dell'articolo? Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre novità.