Kimia S.p.A.

Chiesa di San Biagio a Frassineto


Cantiere Restauro e ripristino architettonico della Chiesa di San Biagio in Frassineto
Anno 1984
Località Arezzo
Zona Arezzo
Europa
Italia
Toscana

Committente Soprintendenza ai B.A.A.A.S. di Arezzo
Progettista Arch. Carla Corsi
Direzione dei lavori Arch. Carla Corsi
Impresa edile Lino Zanni
Categorie di intervento Consolidamento strutturale con materiali compositi
Consolidamento strutturale con prodotti a calce

Intervento di pulizia della superficie dell’estradosso della cupola, di rimozione delle superfetazioni di vecchi inserimenti di materiale cementizio e laterizi, di pulitura con aria compressa delle lesioni e dei distacchi. Ricostruzione della continuità muraria con tassellature proprie del paramento murario stesso e impiego di malta speciale additivata. Per la risarcitura delle lesioni e dei distacchi è stata usata la resina epossidica bicomponente Kimitech EP-TX. Infine è stata realizzata una fasciatura della calotta con impiego di tessuto in fibra di vetro e resina epossidica bicomponente a consistenza fluida Kimitech EP-IN.

Il consolidamento alla chiesa di San Biagio in Frassineto è stato uno dei primissimi cantieri al mondo effettuati con materiali compositi e dimostra l'approccio pionieristico dell'azienda nel settore. A distanza di oltre 20 anni dall'applicazione, l'Università Politecnica delle Marche ha condotto un'analisi sperimentale volta a saggiare la durabilità e le prestazioni del rinforzo con i compositi a distanza di tempo. Tale analisi ha dimostrato che il sistema, se ben applicato, è in grado resistere alla perfezione alle ingiurie del tempo, conservando prestazioni, efficacia e quindi dimostrando la sua durabilità complessiva.

Galleria fotografica: 


Ti è piaciuto il contenuto dell'articolo? Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre novità.