Kimia S.p.A.

Radar edilizia. 5 news di Agosto da ricordare

L'estate si sta avviando verso la conclusione e al ritorno dalle ferie vi sarete trovati magari a dover fare i conti in ufficio con una casella di posta intasata e con la necessità di riprendere il filo del discorso. Nel settore dell'edilizia ad Agosto di certo le novità non sono mancate e se vi state chiedendo quali siano state, nessun problema, ci pensiamo noi. Vi proponiamo infatti il secondo appuntamento con "RADAR. La Top 5 delle news del mese appena trascorso", la nostra nuova rubrica mensile in cui vi segnaliamo le principali novità dal mondo dell'edilizia: aggiornamenti sulle normative di riferimento, informazioni su programmi, iniziative per l'edilizia pubblica e privata e, a nostro giudizio, i migliori articoli di approfondimento tratti dai principali siti del settore.

1. Presentata l'Anagrafe dell'Edilizia Scolastica

Il 7 agosto il Ministro Giannini ha presentato la tanto attesa Anagrafe dell’Edilizia Scolastica, resa disponibile per la prima volta dall’entrata in vigore della legge n. 23 del 1996 che l’aveva istituita. Dai dati forniti emerge che a oggi sono oltre 42 mila gli edifici scolastici censiti, di cui 33.825 risultati attivi, cioè adibiti a ospitare attività connesse con la vita scolastica. Il 55% è stato costruito prima del 1976 e l 50% degli edifici scolastici è stato costruito prima del 1971, anno di entrata in vigore della normativa che rende obbligatorio il certificato di collaudo statico. Altri dati: il 72% delle scuole è in possesso del documento di valutazione del rischio e il 73% di un Piano di emergenza. Solo il 39% è in possesso del certificato di agibilità.

Al momento l'Anagrafe rappresenta una fotografia dello stato dell'edilizia scolastica italiana ma non è ancora chiaro quando diverrà un vero e proprio strumento di monitoraggio costante e trasparente, in grado di fornire informazioni come quelle sui certificati di agibilità e sull’indice di vulnerabilità sismica di ogni edificio. In attesa di saperlo vi lasciamo alle slide pubblicate dal MIUR.

2. Sblocco del patto di stabilità: 100 milioni per l'edilizia scolastica

Ancora la Scuola al centro delle nostra rassegna. E' stato pubblicato sul sito del Governo il DPCM n. 1984 che sblocca 100 milioni di euro dal Patto di Stabilità interno per Province e città metropolitane, per opere di edilizia scolastica nel biennio 2015-2016. Il Decreto rappresenta un altro importante impulso verso la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici scolastici italiani. Province e città metropolitane beneficeranno di 50 milioni di euro per ogni annualità e avranno l'obbligo di comunicare alla Struttura di Missione il monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori secondo le modalità indicate dalla struttura stessa.

Qui potete leggere il testo del Decreto con l'elenco delle amministrazioni beneficiarie.
► Ecco invece l'elenco completo delle scuole da scaricare.

3. Riforma della Pubblica Amministrazione: cosa cambia per l'edilizia

Nei giorni precedenti a Ferragosto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l’atteso testo della legge delega per la riforma della Pubblica Amministrazione (Legge 124/2015). Al suo interno due norme di immediata applicazione, entrate in vigore il 28 agosto, riguardano il settore dell'edilizia. La prima è quella del "silenzio-assenso tra amministrazioni pubbliche e tra amministrazioni pubbliche e gestori di beni o servizi pubblici". Nei casi in cui e' prevista l'acquisizione di assensi, concerti o nulla osta di amministrazioni pubbliche, queste dovranno renderle entro 30 giorni, prorogabili a 60 in caso di esigenze istruttorie o richieste di modifica motivate. Decorsi questi termini quindi si avrà il silenzio-assenso. Questa disposizione si applica anche alle amministrazioni preposte alla tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, dei beni culturali e della salute dei cittadini e consentirà di velocizzare le procedure per avere il permesso di costruire, spesso rallentate dai pareri di Soprintendenze e ASL. La seconda novità riguarda i limiti all'autotutela. La norma prevede che l'annullamento degli atti illegittimi può essere esercitato dalla Pubblica Amministrazione entro 18 mesi. Gli interventi di edilizia realizzati con SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) saranno quindi al riparo da contestazioni una volta scaduto il termine previsto.

Potete leggere il testo completo della legge cliccando qui.

4. Dall'Arena del Colosseo ai Grandi Uffizi, 80 milioni per i "Grandi Progetti"

80 milioni di euro di investimenti nel biennio 2015-2016 per progetti di completamento dei grandi musei nazionali di rilevante interesse culturale. E', in sintesi, quanto previsto da piano strategico "Grandi Progetti Beni Culturali", approvato dal Consiglio superiore del Mibact e presentato dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini. Il Piano, previsto dalla Legge "Art Bonus", contiene 12 progetti concentrati nelle regioni del Centro-Nord e va a sommarsi ai 490 milioni di euro di investimenti a favore delle regioni del mezzogiorno. Tra i progetti previsti, 18 milioni di euro verranno impiegati per completare il progetto dei "Grandi Uffizi" che ne incrementa gli spazi espositivi. Altri 18,5 milioni serviranno per l'intervento di ripristino dell’Arena del Colosseo.

Per scoprire l'elenco degli altri progetti previsti dal Piano "Grandi Progetti" cliccate qui.

5. Giubileo: a Roma interventi per 50 milioni

In vista del Giubileo della Misericordia che avrà inizio l'8 dicembre 2015 per concludersi il 20 novembre 2016, il sindaco Ignazio Marino ha presentato in Campidoglio il "Primo piano di interventi di Roma Capitale" cche prevede lo stanziamento di 50 milioni di euro per la riqualificazione stradale, gli interventi su viabilità, i mezzi pubblici, le aree verdi e di pregio, i bagni pubblici e le periferie. Sono previsti inoltre interventi sulla pavimentazione stradale, per la riqualificazione delle aree delle stazioni di San Pietro e Ostiense, per i collegamenti delle aree basilicali oltre alla riqualificazione di diverse zone di particolare pregio.

I dettagli del Piano di interventi sono riassunti in questa presentazione.

 

Ti è piaciuto il contenuto dell'articolo? Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre novità.

Kimia S.p.A.

Via del Rame, 73
06134 - P.te Felcino
Perugia (PG) - Italia

Phone:
+39 075 591 80 71
Fax:
+39 075 591 33 78
Email: info@kimia.it