Kimia S.p.A.

"Ricostruire, come e quando": come è andato il convegno di Amandola

Il resoconto e le immagini del grande convegno promosso da Kimia sulla ricostruzione post sisma 2016

Lo scorso 24 maggio si è tenuto ad Amandola, in provincia di Fermo, il convegno "Ricostruire, come e quando", organizzato dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Fermo e promosso da Kimia, sempre più impegnata nella formazione dei professionisti del settore.

Creato con l'obiettivo di fare il punto sui danni del terremoto che ha colpito il Centro Italia nel 2016, l'evento ha visto la partecipazione di oltre trecento tecnici tra ingegneri, architetti e geometri provenienti da tutta la regione, ma non solo.

Al Palazzetto dello Sport, usato nei giorni del terremoto come punto di accoglienza per gli sfollati, c'erano anche diversi cittadini interessati a saperne di più sugli ultimi sviluppi. Del resto anche ad Amandola i danni al patrimonio edilizio e storico sono stati ingenti.

I temi del convegno

Il convegno ha visto la partecipazione di diversi esponenti delle istituzioni regionali e locali. Primo tra tutti il sindaco di Amandola, l'Ing. Adolfo Marinangeli che ha creduto fortemente nelle realizzazione di questo appuntamento, nonostante le difficoltà riscontrate nei mesi precedenti.

Il convegno infatti era stato organizzato lo scorso 29 Ottobre e si sarebbe dovuto svolgere presso il centro policulturale "La Collegiata". A pochi giorni dall'evento però le Marche furono sconvolte da nuovi eventi sismici che costrinsero gli organizzatori ad annullare l'iniziativa in programma e a rinviarla a data da destinarsi.

Dopo gli interventi del sindaco e i saluti istituzionali, è stata la volta dei relatori, presenti al convegno in rappresentanza della Protezione Civile, della Soprintendenza della Regione Marche, dell'Università Politecnica delle Marche, del CNI (Consiglio Nazionale Ingegneri), di IPE (Associazione Nazionale Ingegneri per la Prevenzione e le Emergenze), di ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari), del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno e Fermo, della CEM (Conferenza Episcopale Marchigiana) e di Aedes - Software per l'Ingegneria Civile, che ha sponsorizzato insieme a Kimia l'evento.

Il Palazzetto dello Sport di Amandola gremito per il convegno

Il programma del convegno in mattinata si è sviluppato intorno ai temi legati ai numeri del sisma, alla gestione della fase emergenziale e allo studio della natura geologica del terreno sul quale si andrà a ricostruire. Per quest'ultimo è stata ribadita l'importanza di realizzare una microzonazione sismica con relativa mappatura in modo tale da individuare più accuratamente le zone con maggiore accelerazione sismica di base e orientare la ricostruzione evitando le zone più a rischio.

Nel pomeriggio invece il convegno ha assunto un'impronta più tecnica con i relatori chiamati a illustrare ai presenti temi quali le tipologie di danni subiti dal patrimonio edilizio marchigiano, i fenomeni di fatica e di isteresi delle strutture murarie, i software per la progettazione e le tecniche tradizionali e innovative di consolidamento strutturale degli edifici post sisma.

Anche la tavola rotonda, a cui peraltro ha preso parte il Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia, Gennaro Migliore, ha destato molto interesse nel pubblico.

In particolare, tra i temi più dibattuti insieme al pubblico, quelli legati alla burocrazia, con i presenti che hanno espresso la necessità operare con procedure più snell, e alle tempistiche della ricostruzione, che sembra essere partita a rilento. 

A confermare quest'ultimo aspetto è stato anche l'Ordine degli Ingegneri di Fermo, per mezzo del suo Presidente. L'Ing. Antonio Zepponi infatti, a margine del convegno, ha dichiarato ai microfoni del TGR Marche che, oltre alle difficoltà oggettive dovute ai danni ingenti subiti dal patrimonio edilizio, la causa dei ritardi va ricercata «nell'eccessivo impegno richiesto ai tecnici» a fronte di risorse non sufficienti.« Per recuperare il tempo – sostiene – servono da parte del Governo e delle autorità regionali maggiori strumenti, anche di tipo economico, per poter lavorare con maggiore certezza ed efficacia.

I relatori alla tavola rotonda sulla ricostruzione

Le immagini dell'evento

Il convegno di Amandola ha dimostrato quanto interesse ci sia da parte dei professionisti del settore per i temi trattati e quanto sia grande la voglia da parte di tutti di contribuire alla ricostruzione della propria terra.

Con l'auspicio che tale processo possa avviarsi nel più breve tempo possibile e nel migliore dei modi, vi invitiamo a scoprire la galleria fotografica dell'evento sulla nostra pagina Facebook e a seguirci sui social per essere sempre aggiornati sulle nostre iniziative di formazione. Ci trovate anche su Linkedin e Twitter.

Ti è piaciuto il contenuto dell'articolo? Iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre novità.

Kimia S.p.A.

Via del Rame, 73
06134 - P.te Felcino
Perugia (PG) - Italia

Phone:
+39 075 591 80 71
Fax:
+39 075 591 33 78
Email: info@kimia.it